PER il PAZIENTE

procedure diagnostiche


MICROPERIMETRIA


La microperimetria è una metodica strumentale di recente intrduzione che vieme utilizzata principalmente per misurare la sensibilità retinica in una zona limitata del campo visivo, l’area maculare.

Serve inoltre ai fini riabilitativi nella identificazione del nuovo punto di fissazione: fissazione  preferenziale.

La fissazione in un occhio sano e sempre localizzata al centro della fovea.

Come si esegue l’esame

E’ un esame non invasivo che richiede la collaborazione attiva del paziente. Previa dilatazione pupillare e dopo adattamento al buio (circa 5 min.), viene esaminato l’occhio interessato previo bendaggio dell’occhio contro laterale.

 

Il paziente seduto di fronte allo strumento con mento e fronte appoggiati ad un supporto (vedi immagine a lato) deve fissare una mira luminosa rossa di forma o a croce o a cerchio o altro e premere un pulsante ogni qualvolta appare un punto luminoso. L’operatore che è sempre presente durante l’esame provvede che sia mantenutala corretta posizione dell’occhio.

 

 

 

 

 

 

 

 

Comments are closed.