Home

I recenti progressi della Medicina hanno visto clamorosi successi nella lotta alle più comuni malattie. A ciò è conseguito un rilevante allungamento della durata della vita media, soprattutto tra la popolazione occidentale. Con l’aumentare dell’età sono sempre più emerse quelle malattie legate all’invecchiamento che, pur non rappresentando un pericolo per la sopravvivenza dell’individuo, sono in grado di peggiorarne drasticamente la qualità della vita.

Sordità, cecità e problemi motori sono i fattori che più degli altri condizionano la qualità della vita al punto da indurre l’Organizzazione Mondiale della Sanità a raccomandare alla comunità scientifica internazionale di indirizzare lì le risorse umane ed economiche della ricerca del futuro.

L’Oftalmologia ha recepito con successo tale raccomandazione così da farci assistere negli ultimi 20 anni ad una vera rivoluzione nel campo della diagnostica e della terapia. Malattie come la Degenerazione Maculare, la Retinopatia diabetica od il Glaucoma, che sino a non molti anni fa costituivano un temibile spettro che vedeva l’Oculista del tutto impotente, hanno oggi dei protocolli diagnostici e terapeutici che garantiscono la conservazione della vista ed una vita normale a coloro che ne sono affetti. La tecnologia ha fatto in tal senso passi da gigante ed è prepotentemente entrata nella nostra routine clinica. Oggi sarebbe impensabile un’unità di Oftalmologia senza un OCT, un fluoroangiografo od un laser.

 

Comments are closed.